Ruoli

Visione

Offerta

Scenari

Tecnologie di Frontiera

Ruoli

Tilt

Digital Journey

Il tuo ruolo

Come evolvono ruoli, competenze e strumenti nell’era della digital transformation: le nuove tecnologie comportano altrettanto nuove sfide e opportunità per tutte le divisioni aziendali. Un digital journey che si puo’ affrontare solo attraverso apertura e condivisione.

Ispirazione, Visione, Strategia

CEO

Conoscere l’azienda e il suo contesto, prendere decisioni informate

Oggi condurre un’organizzazione economica vuol dire prima di tutto delineare le strategie di crescita comprendendo come la trasformazione digitale stia cambiando il mercato e i comportamenti dei clienti. Fondamentale è anche capire quali sono le migliori tecnologie per raggiungere gli obiettivi di business: il motore del cambiamento è infatti l’innovazione, e il CEO deve imprimere all’azienda la spinta per innovare lungo tre direttrici: sviluppo o rinnovamento dell’offerta in funzione dei nuovi scenari competitivi; ingresso in nuovi mercati; acquisizione di nuovi clienti. L’innovazione è fondamentale anche perché, ormai in maniera diretta, genera un impatto positivo sull’immagine dell’azienda.

Fatturare di più e ridurre i costi e la complessità operativa implica anche ottenere supporto nello scegliere e implementare le migliori soluzioni tecnologiche da parte di chi conosce e comprende il mercato, inclusi i competitor. Innescare la trasformazione digitale che porterà l’organizzazione a muoversi in funzione delle reali esigenze del mercato e dei clienti, elaborando nuovi servizi e modelli di business, presuppone l’infusione di strumenti e metodologie che permettano a tutti i livelli aziendali di ottenere visibilità e trasparenza sui processi.

L’innovazione in azienda passa essenzialmente dall’identificazione degli obiettivi che si vogliono raggiungere una volta maturata una visione chiara del mercato. La componente tecnologica rappresenta quasi sempre solo l’abilitatore di una serie di trasformazioni che devono avvenire prima di tutto a livello organizzativo, sul piano delle responsabilità (o meglio dell’accountability) in un movimento corale che sfrutti nuove forme di collaborazione. L’obiettivo è ideare nuove e più performanti soluzioni che aiutino a espandersi nel proprio mercato o a crescere entrando in mercati nuovi. Le tecnologie digitali in questo senso sono un ponte tra lo status quo e gli obiettivi prefissati.

Efficacia, Pertinenza, Valore

SALES & MARKETING

Dalla transazione alla relazione, dal target alla persona

La divisione Sales & Marketing ha l’obiettivo dichiarato di incrementare le vendite della sua azienda sfruttando leve di comunicazione e commerciali per differenziarne il posizionamento sul mercato e verificando che la strategia venga declinata in modo operativo su tutti i canali di ingaggio con il cliente. Essendo valutato in base a due principali indicato, l’incremento di new business e la customer satisfaction, il CMO ha la necessità di restare il più possibile aggiornato sullo sviluppo della tecnologia e su come questo impatti sulle scelte dei consumatori.

Sostanzialmente, cambia in maniera radicale l’approccio del marketing all’audience, che non può più essere vista come un semplice target. Comunicare significa rivolgersi alla persona: ascoltarla, comprenderla, convincerla, conquistarne la fiducia, rafforzarla, rendere il rapporto differenziante rispetto ai competitor. Le tecnologie digitali sono alla base di questa trasformazione: dai sistemi analitici alle piattaforme di marketing automation, passando per i nuovi touch point attraverso cui cliente e azienda possono entrare in contatto, tutti i nuovi strumenti convergono nella creazione di un ecosistema in cui bisogni dell’uno e gli obiettivi dell’altra trovano equilibrio grazie alla conoscenza reciproca.

Si rendono indispensabili gli strumenti di ascolto e le piattaforme con cui si costruisce e soprattutto si mantiene, alimentandola attraverso engagement e comunicazioni interattive, la relazione con il cliente. Avere un partner che fornisca supporto nell’utilizzo degli strumenti di analisi delle vendite aiutando la divisione Sales & Marketing a comprendere quali sono le reali esigenze del mercato e ad implementarle è fondamentale non solo per sviluppare nuove modalità di ingaggio con un time to market vincente rispetto ai competitor, ma anche per capire quali siano i trend in materia di fruizione e utilizzo dei suoi prodotti.

Orchestrazione, efficienza, supporto

CTO/CIO

Il nuovo ruolo del comparto tecnico: alla ricerca della vera innovazione

La penetrazione delle tecnologie digitali a tutti i livelli aziendali impone nuovi standard di sicurezza ed efficienza nell’orchestrazione delle piattaforme tecnologiche. CTO e CIO sono stati per anni i detentori della cassetta degli attrezzi, le professionalità adibite al mantenimento dei sistemi e all’intervento in casi di disservizio all’interno di contesti tutto sommato statici. Oggi alle infrastrutture si richiede molto di più: flessibilità, capacità di rispondere ai picchi di lavoro, sicurezza e soprattutto efficienza. Ovvero risparmio.

I vari dipartimenti aziendali hanno bisogno di agilità, di interfacce intuitive, di applicativi che possano essere utilizzati a prescindere dal device e dal luogo da cui si accede. Il comparto tecnico ha oggi il compito di immaginare, progettare e realizzare network e piattaforme, adattando l’infrastruttura alle specifiche esigenze del business e rendendola elastica, capace di assorbire gli urti dei continui cambiamenti dello scenario competitivo e degli strumenti digitali, con la facoltà di integrare, in futuro, soluzioni e competenze che ancora nemmeno sono state concepite.

Il Cloud ha letteralmente rivoluzionato il modo in cui funzionano i servizi IT, offrendo tutta la velocità, la potenza di calcolo e la flessibilità di cui ha bisogno oggi un’azienda. Le risorse possono essere acquisite in tempo reale con un click, attraverso meccanismi di pay-per-use che rendono trasparenti i costi. Questo sgrava sia l’infrastruttura aziendale sia, di conseguenza, il lavoro dei responsabili IT dalla gestione delle attività di routine di controllo e di manutenzione. CTO e CIO possono quindi dedicarsi alla pianificazione, alla strategia, alla consulenza, alla ricerca della vera innovazione che, sempre grazie al Cloud, può essere agganciata ai sistemi e alle piattaforme in essere. La contropartita per questi vantaggi è la necessità di essere informati sui livelli di compliance dei fornitori e di stare al passo con tecnologie che storicamente hanno sempre impattato poco con il loro lavoro.

Verifica, previsione, consulenza

CFO

Una funzione strategica per la creazione di nuovo valore

La gestione finanziaria e le funzioni di controllo sui flussi monetari hanno sempre avuto un’importanza fondamentale per qualsiasi azienda: sono state il termometro della sua salute economica e hanno rappresentato un valido punto di osservazione per pianificare investimenti e attività. Ma l’avvento delle tecnologie digitali e soprattutto dei sistemi analitici e delle piattaforme di business intelligence, in grado di descrivere lo status quo ed effettuare previsioni attendibili sull’andamento futuro, ha di fatto reso gran parte della reportistica uno strumento superfluo. Ma tutt’altro che superfluo è il ruolo del CFO, che è diventato un consulente a tutto tondo nella direzione aziendale, sia a livello organizzativo che strategico (sul modello anglosassone), in grado di guidare efficacemente le decisioni, stabilire su quali opportunità puntare e, di conseguenza, come impiegare il capitale e le risorse per massimizzare le probabilità di successo.

Se da una parte gli strumenti analitici hanno reso obsolete alcune funzioni, dall’altra hanno spalancato l’opportunità per il CFO di diventare un alleato prezioso del top management nell’identificazione di nuovi modi di creare valore all’interno dell’organizzazione. Proprio la conoscenza dei meccanismi che regolano i flussi finanziari, potenziata dalla visibilità offerta dalle piattaforme analitiche, permette al CFO di identificare sacche di inefficienza e generare risparmi e risorse aggiuntive da allocare in progetti a maggior potenziale.

Facendo convergere tutte le voci di spesa delle varie divisioni aziendali, è possibile dare vita a una visione unificata dell’organizzazione, mettendone in luci punti deboli e criticità, ma anche evidenziando margini di crescita e opportunità di business. Occorrono piattaforme analitiche capaci di sintetizzare la mole di informazioni destinate a raggiungere il CFO, piattaforme tanto potenti quanto usabili: parliamo quindi di interfacce semplici e intuitive, che permettano di monitorare in tempo reale l’evoluzione della situazione e che segnalino eventuali anomali attraverso alert generati automaticamente dal sistema.

Interazione, coinvolgimento, personalizzazione

HR

Valorizzare la risorsa più importante dell’organizzazione, quella umana

Attirare e trattenere i talenti, quelli veri, sta diventando un task sempre più impegnativo per le imprese. I collaboratori cercano stimoli che vanno oltre la remunerazione e i benefit, vogliono esperienze e un ambiente professionale che liberi creatività ed energia attraverso organizzazioni snelle e flessibili e strumenti in grado di semplificare – non complicare – l’ordinaria amministrazione. Entrare in contatto con le esigenze dei singoli individui mantenendo l’orientamento di cui ha bisogno il business è la nuova missione dei responsabili HR, specie quando si parla di formazione e training.

È quindi necessario rafforzare il tessuto connettivo tra i collaboratori e la divisione HR, creando punti di contatto e predisponendo strumenti che aumentino la capacità di ascolto e favoriscano la nascita di una community. Le parole d’ordine sono engagement e personalizzazione: per attirare l’attenzione e stimolare il dialogo bisogna prima di tutto interessare. Non solo con i contenuti, ma anche attraverso nuove modalità narrative e interfacce accattivanti. Ancora una volta, la sfida è prima di tutto culturale.

In genere l’Intranet aziendale è lo strumento privilegiato per raccogliere idee, opinioni ed esigenze e diffondere messaggi. Ma si fanno sempre più strada chioschi interattivi, piattaforme di digital signage, applicazioni mobile che offrono l’opportunità di amplificare i contenuti e aumentare le occasioni di fruizioni, creando coinvolgimento e interesse. Realtà virtuale, aumentata e mista si configurano come alcune tra le soluzioni più interessanti per trasmettere esperienze e dare vita a innovative sessioni di training, con la possibilità di ricevere feedback immediati e puntuali, risorsa per risorsa.

Lavora con noi